Home Page | Mappa del sitoInformazioniAvvertenze

 
  Sei su Campane di Troia
 

Le campane della Chiesa dell’Annunziata

Figura 82 – Ex Annunziata - La torre campanaria, con i fornici ancora aperti, come si presentava il 20 agosto 1967.

Figura 83 - Ex chiesa della Annunziata - Il campanile con i fornici tompagnati, come č attualmente.

La chiesa dell’Annunziata, costruzione risalente al 1400 e sede dell’omonima congrega, attualmente č adibita ad abitazioni private ed il suo campanile č murato. In passato vi erano tre campane, molto antiche,come testimoniato da vari inventari tra cui uno del 1613 (Arch. Vescovile, Cont. di Documenti relativi alle Confraternite dell’Annunziata e di S. Leonardo di Troia), quello realizzato in occasione della Visita Pastorale di Mons. A. de Sangro nel 1680 (Arch. Vescovile, Scaffale A, cont. 2, vol. VII, foglio 1-2), mentre nell’inventario del 2 giugno 1849 sono registrate "campane numero due, una grande, ed un’altra piccola" ed inoltre vi si legge "Nello stipo sotto l’organo vi esistono un battocchio con una grande asta di ferro, e due grappe pure di ferro, che appartenevano ad una campana rotta" (Arch. Vescovile, Cont. Documenti Confraternite Annunziata e S. Leonardo, Troia). Dal censimento del 1943 il concerto della chiesa risulta composto nuovamente da tre elementi aventi le seguenti caratteristiche:

(le campane sono descritte in ordine di grandezza crescente)

 

CAMPANA TERZA

Nome: Nostra Donna

Suono: argentino, Mi piccolo

Diametro: 0.52 m

Altezza (escluso il ceppo): 0.55 m

Peso: 105 Kg

Iscrizioni : IN ONORE DI NOSTRA DONNA LA CONGREGA FACEVA FONDERE NEL PRIORATO DI ALFONSO TREDANARI NEL 1889; MICHELE TARANTINO DA S. ANGELO DEI LOMBARDI FECE NEL 1889

Data di fusione : cfr. sopra. Questa campana fu fusa nel 1889, 60° anniversario (1829-1889) del Decreto di approvazione Reale che sanciva la fusione tra le congreghe dell’Annunziata e di S. Leonardo.

Fonditore: Michele Tarantino da S. Angelo dei Lombardi

Immagini e fregi : Riproduzione della statua di Nostra donna (la Vergine con Bambino) esistente nella chiesa dell’Annunziata (1), greca intorno al giro

CAMPANA SECONDA (molto probabilmente proveniente dalla quattrocentesca ex chiesa di S. Leonardo (2), oggi Sala Manzoni, chiusa al culto dalla seconda metą del 1800)

Nome: S. Leonardo

Suono: argentino, La media

Diametro: 0.58 m

Altezza (escluso il ceppo): 0.60 m

Peso: 120 Kg

Iscrizioni : (prima riga superiore) + AD HONOREM SANCTI LEONARDI + (seconda riga superiore) + VERBUM CARO FACTUM EST + A. D. MDCLIIII (Trad. In onore di S. Leonardo + Il Verbo si fece carne A. D. 1654)

Data di fusione: 1654

Immagini e fregi : rigatura semplice e strano simbolo a "B" coricata

CAMPANA PRIMA

Nome: Maria SS. Annunziata

Suono: Argentino, Do grande

Diametro: 0.70 m

Altezza (escluso il ceppo): 0.65 m

Peso: 220 Kg ca.

Iscrizioni : OVES MEAE VOCEM MEAM AUDIUNT ET ME SEQUUNTUR (Trad. Le mie pecore odono la mia voce e mi seguono); (al lato opposto) FONDERIA + GIUSTOZZI + NICOLA + E + FIGLIO + TRANI + 1936

Data di fusione : 1936

Fonditore : Come l’iscrizione fa notare, la campana venne fusa dalla Fonderia Giustozzi Nicola e figlio di Trani. Probabilmente si tratta della rifusione di una antica campana del 1400.

Immagini e fregi : Greca con corona intrecciata alla bocca, festone sormontato tutt’intorno da otto stelle, larghissimo fregio alla base superiore, figura di vescovo in abito pontificale.

Nel 1952 la chiesa venne chiusa al culto e, successivamente, le campane terza e seconda furono trasferite sul campanile di S. Giovanni al mercato, mentre la prima venne portata sulla torre campanaria di S. Francesco (3).

 

Fig. 84 – Ex chiesa dell’Anunziata – Foto della campana prima, scattata sul campanile di S. Francesco dove il bronzo č stato trasferito.

 NOTE:

  1. Ora questo simulacro, scolpito in pietra da Giovanni da Casalbore nel 1448 e dipinto, troneggia sull’altare dell’ex sacrestia dei Canonici nella Sala San Benedetto del Museo Diocesano di Troia.

  2. Infatti dalla Visita Pastorale compiuta nel 1628 nella chiesa di S. Leonardo da Mons. G. Astalli (Arch.Vescovile, Visite Pastorali, Scaffale A, cont.1, vol.III, foglio 51) risulta: "In eadem ecclesiam adest una campana et campanula una" (Trad.Nella stessa chiesa si trovano una campana e una campanella).

  3. Nel "Verbale di deliberazione" del 21 settembre 1952, in cui si ordina la fusione della congrega della SS.Annunziata e San Leonardo con la Congrega della SS.ma Presentazione ed il trasferimento della Congrega della SS.ma Annunziata e San Leonardo nella Chiesa di San Leonardo si legge : "Mons. Amici ben volentieri concede che l' Amministrazione della Congrega della SS.ma Annunziata trasporti una delle tre campane del campanile per sistemarla su quello della Chiesa di San Francesco a condizione che essa riesca accordata con le tre gią esistenti"

 
Mappa | Presentazione Autore | Avvertenze  | San Giovanni al Mercato
Elenco Principale dei Collegamenti

Autore

Presentazione

Presentazione dell'autore

Sulla storia delle campane

Fonditori di Campane per Troia

Introduzione

Itinerario

Sant'Anna

San Francesco

San Basilio Magno

San Giovanni al mercato

Cattedrale

Addolorata

San Giovanni di Dio

Annunziata

Buona Morte

San Vincenzo Martire

Mediatrice

San Domenico

Santa Croce

San Bernardino

San Secondino

S.Maria del Carmine in Giardinetto

Museo Civico

Novitą

Scheda

Glossario

Fonti

Indice Generale o Mappa

Bibliografia


Indice di capitolo

Torna alla Home Page

Torna all' introduzione

Torna a San Giovanni al Mercato

Torna a Indice Generale o mappa

Torna  a scheda Campane

Torna a Presentazione Autore

Torna a Novitą