Home Page | Mappa del sitoInformazioni |   Avvertenze

 
  Sei su Campane di Troia
 

Le campane di S. Giovanni al Mercato

La chiesa di S. Giovanni al Mercato fu eretta nel XII sec.. Nel resoconto della visita Pastorale a tale chiesa compiuta da Mons. Cavalieri nel 1716 (Arch. Vescovile, Scaffale A, cont. 6, vol XXVIII, foglio 45) si legge: "Seguitando Mons. Ill.mo Cavalieri [...] ha visitato la sacrestia sopra della quale si trovano le campane ai quali si sale per scala di legno con gran pericolo, ha ordinato al Rev.do Procuratore del Rev.do Capitolo che fra un anno ci facci fare una scala di fabbrica dalla parte più convenevole per salirsi al campanile sotto pena di X libbre di cera". Probabilmente fu poi realizzata una scala più comoda ed agevole entro i termini stabiliti dalla succitata deliberazione del Vescovo. Successivamente, nel 1777, durante il vescovado di Mons. M. De Simone, iniziò la lenta ricostruzione del tempio, terminata a fine 1800: la chiesa fu riaperta al culto soltanto il 1° ottobre 1904 e dalla copia di un inventario realizzato in tale occasione risultano: "Campane N.2, delle quali una è rotta" . Attualmente si accede al campanile tramite una scala di pietra angusta ma stabile, sita alla destra dell’entrata principale della chiesa.

Il vecchio concerto

Nel 1943 il concerto di campane della chiesa di S. Giovanni al Mercato era composto da due elementi, di seguito descritti in ordine di grandezza crescente:

CAMPANA SECONDA

Nome: S. Giuseppe

Suono: debole

Diametro: 0.40 m

Altezza (escluso il ceppo): 0.49 m

Peso: 40 Kg ca.

CAMPANA PRIMA

Nome: S. Giovanni Battista

Suono: argentino

Diametro: 0.55 m

Altezza (escluso il ceppo): 0.54 m

Peso: 110 Kg ca.

Iscrizioni : A DEVOZIONE DEL REV. CAN. D. GIUSEPPE TESORIERE MUCCIACCIARO 1909

Data di fusione: 1909

L’attuale concerto

Attualmente le campane di S. Giovanni al Mercato sono tre: della vecchia campana seconda, sopra descritta, non si hanno più notizie, due bronzi provengono dalla ex Chiesa dell’Annunziata e un terzo è la rifusione della vecchia campana prima, eseguita a spese del Sacerdote Domenico Adamo per la somma di £ 70.000 che includeva, oltra alla rifusione, la cicogna in legno e i grappi di ferro per la sistemazione. L’attuale concerto è di seguito descritto in ordine di grandezza crescente (per la descrizione delle campane dell’Annunziata cfr. alle pp. 123-127), e tra parentesi è indicato il numero che ciascuna campana occupava nei precedenti concerti e la sua attuale posizione sulla torre.

CAMPANA TERZA (campana del 1889 che nel concerto dell’Annunziata occupava il medesimo numero, verso settentrione)

CAMPANA SECONDA (questa è la rifusione della vecchia campana prima, verso sera, segue descrizione)

Tonalità: Sol

Diametro: 0.56 m

Altezza (escluso il ceppo): 0.48 m

Peso: 110 Kg (1)

Iscrizioni : (in alto, sopra la greca) A DEVOZIONE DEL REV. CAN. D. GIUSEPPE TESORIERE MUCCIACCIARO - 1909, (in basso, sopra il festone) RIFUSE IL SACERDOTE DOMENICO ADAMO IN MEMORIA DEI GENITORI CAROLINA E COSIMO, (sotto il festone) ARTIFEX NICOLAUS GIUSTOZZI TRANEN (Trad. Fonditore Nicola Giustozzi Trani) + 31 Maggio 1959 +

Immagini e fregi : decorazione con greche e festoni, Madonna del rosario di Pompei, S. Giuseppe e due Angeli.

CAMPANA PRIMA (campana del 1654, che nel concerto dell’Annunziata era la seconda, verso meridione)

Le campane prima, seconda e terza suonano festose emettendo rintocchi in rapida successione con i martelli tutti i giorni feriali alle ore 6.30 (mezz’ora prima della messa durante la quale avviene l’esposizione del SS. Sacramento) e alle ore 16.00 (mezz’ora prima del rosario dopo il quale viene riposto il Sacramento). Alle ore 6.30 del mattino, appena dopo i rintocchi delle tre campane con i martelli, la campana seconda suona a distesa. Nei giorni festivi, l’esposizione del Sacramento avviene alle ore 10.00, quindi le campane suonano alle 9.30, mentre l’orario della riposizione rimane invariato come nei feriali.

S. Giovanni al Mercato – Campana terza, proveniente dalla ex chiesa dell’Annunziata.

S. Giovanni al Mercato – Campana seconda ricavata nel 1959 dalla rifusione della vecchia campana prima del 1909.

 

 

 

Panorama che si gode dalla torre campanaria di S. Giovanni al Mercato. Si intravedono i campanili di S. Giovanni di Dio (verso il centro) e dell’ex Annunziata (a destra).

 

 

S. Giovanni al Mercato – L’antica campana prima, del 1645, trasferita dalla ex chiesa dell’Annunziata.

Panorama che si gode dalla torre campanaria di S. Giovanni al Mercato. Si intravedono i campanili di S. Basilio (a sinistra) e di San Francesco (al centro), sullo sfondo S.Anna .

 

NOTE :

  1. Peso, tonalità e costo della campana seconda sono stati ricavati dal "Primo inventario della chiesa dell’Adorazione Perpetua – Settembre 1961", conservato in Archivio Vescovile nella cartella Sezione V: chiese, altari, cimiteri, oratori.


 
Torna all' indice generale | Presentazione Autore | Introduzione  

Copyright © Campane di Troia 2005.Tutti i diritti sono riservati

Elenco Principale dei Collegamenti

Autore

Presentazione

Presentazione dell'autore

Sulla storia delle campane

Fonditori di Campane per Troia

Introduzione

Itinerario

Sant'Anna

San Francesco

San Basilio Magno

San Giovanni al Mercato

Cattedrale

Addolorata

San Giovanni di Dio

Annunziata

Buona Morte

San Vincenzo Martire

Mediatrice

San Domenico

Santa Croce

San Bernardino

San Secondino

S.Maria del Carmine in Giardinetto

Museo Civico

Novità

Scheda

Glossario

Fonti

Indice Generale o Mappa

Bibliografia

 

Indice di capitolo

Torna alla Home Page

Torna all' Introduzione

Torna a Scheda Campane

Torna a Indice Generale o Mappa

Torna a Presentazione autore